Siamo fatti per poche persone…

C’è una frase di Bukowski che mi è sempre piaciuta perché in se ha molte verità. La prima cosa è che veramente siamo fatti per poche persone, perlomeno si contano sulle mani quelle con cui abbiamo un affinità forte. Ma chi condivide la propria vita con noi ci conosce veramente? Quanto sa di noi? Questa è una bella riflessione che […]

Read More →

Il cuore ha il suo tempo

E’ proprio così, in un battito di ciglia si crede di vedere o si tende a fidarsi delle prime impressioni per poi scoprire con il tempo che la realtà non era quella che credevamo sia in positivo che in negativo. E’ quello che avvertiamo dentro di noi, che alla fine ci fa capire se le nostre impressioni sono esatte… il […]

Read More →

L’armonia tra differenza e identità

Nel Sutra Sandokai il Maestro Zen Sekito Kisen, parla dell’armonia tra differenza e identità. (700-790 d.C.) Un testo bello e attuale ogni qualvolta lo si legge. “La mente del grande saggio dell’India è intimamente trasmessa dall’ovest all’est. Mentre le capacità umane sono acute o ottuse, la via non ha patriarchi settentrionali o meridionali. La sorgente spirituale brilla chiara in piena […]

Read More →

Musubi tra leggenda e realtà

Una leggenda popolare cinese diffusasi poi anche in Giappone, narra che ognuno di noi ha legato al mignolo della mano sinistra un filo rosso, questo filo è collegato per destino ad un’altra persona. Questa visione orientale dell’amore si ricollega al concetto di “anima gemella”, di uso più comune in occidente. Il filo è indistruttibile, le persone coinvolte in questo legame […]

Read More →

Un’ultima volta

Un’ultima volta ancora, un ultimo appuntamento, voli persi e presi in città lontane. Un ultimo appuntamento e nonostante tutto il cuore ricominciava a battere. In quell’ultima volta mi sono messa in gioco, non sapendo se avrei vinto o perso, ma poi tu hai preso le mie mani e le hai strette forte, senza dire niente. Ancora una volta e una […]

Read More →

Un’altra me

Prima me la prendevo per troppe cose. Mi sentivo coinvolta in un’eterna battaglia navale in cui venivo colpita e affondata. Il più delle volte non riuscivo nemmeno a replicare non perché mi piacesse subire, anzi, il fatto è che le risposte migliori mi venivano in mente sempre dopo. Ho smesso di rimanerci male e ho iniziato a lasciar correre, ho […]

Read More →